sabato 14 luglio 2012

A mi me gusta




Caldo torrido e feroce, nessuna voglia di cucinare, figurarsi di accendere il forno! E allora in aiuto questa ricetta della calda Andalusia; preparazione facile, sana, veloce e rinfrescante: gazpacho per tutti!! E anche economica, se vogliamo dirla tutta (gli ingredienti per 4 persone non costano più di 5 euro).
Può essere considerato un fresco antipasto (magari servito in bicchierini) oppure un primo leggero (una grossa scodella può appartare dalle 200 alle 250 kcal). Le varianti sono diverse ma traggono tutte origini da ingredienti poveri e contadini (principali sono il pomodoro, il peperone e il cetriolo) con aggiunte e variazioni nelle dosi a seconda del gusto personale.
Per esempio io non aggiungo l'aglio che è presente in molte ricette ma che, personalmente, combinato con il peperone crudo, trovo sia una sfida per la digestione. Può essere preparato in anticipo e conservato in frigo per un intero giorno (non è consigliabile conservarlo più a lungo perché poi le verdure fresche cominciano
ad ossidare ed, oltre a perdere apporto vitaminico, comincerebbero a diventare acquose).


GAZPACHO ANDALUSO


Ingredienti
per 4 persone

800 g pomodori ben maturi (ramati o San Marzano)
1/2 costa di sedano
1 grosso cetriolo
1 peperone
1 cipollotto
3 fette pane bianco (circa 60 g)
aceto di vino bianco
sale e olio d'oliva q.b.

Per decorare:
3-4 uova sode,
pane tostato
verdure a piacere




- Incidere una croce sulla superficie dei pomodori e sbollentare per un paio di minuti in acqua salata. Spellare tagliare in 4 parti e setacciare con il passa verdure, in modo da ottenere una salsa senza bucce e semini.

- Ammollare il pane in acqua e aceto. Le dosi vanno secondo il gusto personale. Io ho usato 1 bicchiere di liquido (1/3 aceto 2/3 acqua).

- Sbucciare e sminuzzare le verdure e porle in un frullatore. Passare fino ad ottenere una crema omogenea.

- Aggiungere al composto il pane leggermente strizzato e continuare a frullare. A questo punto unire il composto al pomodoro passato e mescolare aggiungendo olio e sale secondo il proprio gusto (c'è chi  aggiunge anche un po' di tabasco ma non a tutti piace).

- Porre in frigo per almeno un'ora. Servire freddo accompagnato da una uova sode a cubetti, crostini di pane e una dadolata di verdure a piacere che i commensali potranno aggiungere a piacere nelle proprie fondine.





3 commenti:

  1. E' simile ad un gaspacho giusto? ^_^ Mi ispira parecchio, lo voglio provare! ^_^ TI faccio sapere poi come mi è venuta!

    Erika (ChiccoDiRiso)

    RispondiElimina
  2. Si si fammi sapere, sempre bello sperimentare in compagnia ;)

    RispondiElimina
  3. Gnammi! Io adoro il gazpacho! *.*

    RispondiElimina